Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2018

Un po' di chiarezza sul passaggio di proprietà

Immagine
Che cos'è il passaggio di proprietà? Con questo termine ci si riferisce all'atto che trasferisce la titolarità di un bene da un cedente a un cessionario, sia che questo dipenda da un atto di vendita, che da una donazione. In quei casi in cui viene trasferito un bene che non è fisico, ma si tratta di un servizio, come ad esempio un'utenza, si usa il termine "voltura".

Ma precisamente, quando avviene il passaggio di proprietà? La questione è importante, in quanto riguarda i diritti che le parti possono vantare sui beni, ma anche in relazione a rischi e responsabilità connessi al possesso e/o detenzione degli immobili.

Per quanto riguarda la compravendita immobiliare vale il principio consensualistico previsto dall'dall'art. 1376 c.cc che recita: "nei contratti che hanno per oggetto il trasferimento della proprietà di una cosa determinata, la costituzione o il trasferimento di un diritto reale ovvero il trasferimento di un altro diritto, la proprietà o il…

Attenzione ai metri di sottotetti e seminterrati per il calcolo delle abitazioni di lusso

Immagine
Con una recente sentenza (2010/2018)  la Corte di Cassazione ha stabilito che sottotetti e seminterrati vanno conteggiati nella superficie utile a determinare se l’abitazione può essere classificata come immobile di lusso. 
La Cassazione è intervenuta in un contenzioso tra l'ADE ed un neo proprietario che aveva usufruito delle agevolazioni per l'acquisto della prima casa.



L'acquisto della prima casa beneficia di un'agevolazione dalla quale sono escluse le abitazioni rientranti nelle categorie A1, A8 o A9


Il DM 2 agosto 1969 classifica "di lusso" (A1) le unità immobiliari aventi superficie complessiva superiore a 240 mq, escludendo balconi, terrazze, cantine, soffitte, scale e posto macchina.



Secondo l’Agenzia delle Entrate, la superficie dell’immobile oggetto del contenzioso superava i 240 metri quadri e quindi rientrava tra gli immobili di lusso, in quanto non trovandosi nell’elenco contenuto nel decreto ministeriale, sottotetti e seminterrati contribuiscono ad …

Mediatori immobiliari abusivi, le sanzioni si inaspriscono

Immagine
Si inaspriscono le sanzioni per chi svolge l'attività di mediazione immobiliare in modo abusivo, dal 15 febbraio infatti entreranno in vigore alcune modifiche normative, con lo scopo di combattere e arginare l'abusivismo di chi esercita questa professione senza essere in possesso dell'abilitazione. La norma è stata approvata dalla maggioranza senza nessun voto contrario e per gli abusivi ci saranno penali fino a 50.000 euro e sequestro degli immobili dove si svolge l'attività. 

Secondo le stime del centro studi Fiaip (Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali), il totale delle provvigioni percepite in modo indebito dagli agenti abusivi è ogni anno pari a 750 milioni di euro, il tema quindi è particolarmente rilevante per il settore immobiliare. 

Prima di questa recente modifica, la legge prevedeva che l'agente immobiliare irregolare subisse tre sanzioni amministrative, prima di arrivare alla denuncia penale; il nuovo testo invece introduce gli aggravi pre…

Le ultime novità su vetri e finestre

Immagine
I vetri di ultima generazione hanno caratteristiche che possono trasformarli da semplice filtro verso l'esterno a componente attiva della tua abitazione. È importante, innanzitutto, che essi siano progettati per contenere la dispersione termica, proteggere dai rumori, controllare l'irraggiamento solare e siano antiriflesso. Tutte queste caratteristiche sono importanti innanzitutto per garantire il comfort all'interno dell'abitazione e in secondo luogo per rispettare i parametri legati al contenimento dei consumi energetici. 

Per quanto riguarda l'isolamento termico, grazie all'inserimento di uno strato molto sottile e trasparente di metallo fra le lastre di vetro, sono in grado di mantenere il calore all'interno della casa. Si tratta di un'ottima soluzione contro i ponti termici, perchè non si limita a bloccare l'uscita di calore, ma permette anche alla luce solare di passare tramite il vetro e contribuire così all'efficienza energetica dell'…

Aggiornati i modelli per Ecobonus e ritrutturazioni

L’Agenzia delle Entrate  ha aggiornato una serie di modelli per la dichiarazione dei redditi, tra cui due relativi agli interventi di riqualificazione energetica e ristrutturazione edilizia.
La prima novità riguarda la comunicazione all'anagrafe tributaria dei dati relativi agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni degli edifici residenziali.


Il modello è stato aggiornato per consentire ai contribuenti di dichiarare l’eventuale cessione del credito. 
Da quest'anno la cessione è possibile anche per gli interventi sulle singole unità immobiliari ed è stato consentito ai condòmini incapienti di cedere alle banche il credito di imposta corrispondente alla loro quota di detrazione per gli interventi di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni dei condomìni.

La seconda novità riguarda la comunicazione dei dati relativi ai pagamenti effettuati a mezzo bonifico per interventi di recupero del patrimon…

Bonus e detrazioni: le domande più ricorrenti

Immagine
Posso detrarre  le spese di acquisto del box?  La detrazione per l’acquisto del box spetta sulle spese sostenute per la sua realizzazione, sempre che le stesse siano dimostrate da un’attestazione rilasciata dal costruttore. Condizione essenziale per usufruire dell’agevolazione è, comunque, la sussistenza del vincolo pertinenziale tra l’abitazione e il box.

La parcella dell’architetto è detraibile?  Oltre alle spese necessarie per l’esecuzione dei lavori, è possibile detrarre anche quelle per la progettazione, le altre prestazioni professionali connesse e, in ogni caso, le spese per prestazioni professionali comunque richieste dal tipo di intervento. Ho un problema di umidità nel bagno; per risolverlo, va rifatto l'intonaco. L'intervento rientra tra quelli agevolabili con il bonus ristrutturazioni? I lavori di rifacimento degli intonaci del bagno di un’abitazione sono interventi di manutenzione ordinaria (articolo 3, comma 1, lettera a, del Dpr 380/2001) e non rientrano tra quell…