Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2015

Strutture in cemento armato: divieto di progettazione per i geometri

Immagine
Il Consiglio di Stato, con la sentenza 883/2015 ha puntualizzato che la Legge 1086/1971 sulle opere in conglomerato cementizio,  la Legge 64/1974 sulle costruzioni in zone sismiche e il Regio Decreto 274/1929 disciplinano che la progettazione delle strutture in cemento armato compete solo agli ingegneri e agli architetti iscritti all’Albo.

Fanno eccezione le opere in cemento armato relative a piccole costruzioni accessorie nell’ambito di edifici rurali destinati a industrie agricole, che non richiedano particolari operazioni di calcolo e non comportino pericolo per le persone.


Quando può recedere dal contratto il locatore?

Immagine
Il locatore può dare disdetta alla prima scadenza, sia per i contratti 4 + 4, sia per i contratti 3 + 2, nei seguenti casi:


il locatore intende destinare l'immobile locato ad uso abitativo o professionale proprio, del coniuge, dei genitori, dei figli o dei parenti entro il secondo grado;il locatore, persona giuridica, società od ente pubblico o comunque con finalità pubbliche, sociali, mutualistiche, cooperative, assistenziali, culturali o di culto, intende destinare l'immobile all'esercizio delle attività dirette a perseguire le predette finalità, con contestuale offerta al conduttore di altro immobile idoneo e di cui il locatore stesso abbia la piena disponibilità;il conduttore dispone di alloggio libero e idoneo nello stesso comune ove si trova l'immobile locato;il conduttore non occupa continuativamente l'immobile senza giustificato motivo;il locatore intende vendere l'immobile a terzi e non ha la proprietà di altri immobili ad uso abitativo oltre a quello e…

Niente sanzioni per il pagamento dell'IMU agricola entro il 31 marzo

Immagine
Niente sanzioni né interessi per chi pagherà l’IMU agricola entro il 31 marzo 2015.
Così ha deciso la Commissione Finanze e Tesoro del Senato approvando un emendamento al dl IMU agricola che stabilisce che chi pagherà l'IMU sui terreni agricoli in ritardo, ovvero oltre la scadenza del 10 febbraio, ma prima del 31 marzo non incorrerà in alcun tipo di sanzione.

Niente notaio per compravendite sotto i 100 mila euro

Immagine
Svolta nell'immobiliare.
Con l'approvazione del DDL concorrenza (20 febbraio 2015) non sarà più necessario il notaio per le compravendite con valore inferiore a 100 mila euro.

Per la compravendita di immobili non a uso abitativo e di valore inferiore a centomila euro, infatti, ci si potrà rivolgere all’ avvocato e non al notaio, purché l’avvocato si doti di una copertura assicurativa pari al valore del bene. Anche per le srl, per una serie di atti laddove è prevista la firma digitale quest’ultima diventerà sostitutiva del ricorso al notaio e all’ atto pubblico.

Riforma del Catasto

Immagine
ll  prossimo 20 febbraio il consiglio dei ministri dovrebbe esaminare la tanto attesa riforma del catasto e varare il decreto delegato con i criteri estimativi.  ll sole 24 ore ha anticipato  alcuni dei contenuti dello schema di decreto delegato sui criteri estimativi.  Oltre a venir confermato l'impianto generale che i dirigenti delle entrate hanno presentato nei giorni scorsi alla proprietà edilizia, alle categorie produttive e ai professionisti, ci sono delle novità, a partire dalla raccolta delle informazioni con cui alimentare le funzioni statistiche che saranno usate per calcolare i valori fiscali di case, uffici, negozi e pertinenze Vediamole nel dettaglio: unità senza planimetria: verrà determinata una superficie catastale convenzionale moltiplicando il numero dei vani per un parametro di conversione variabile in base alla categoria; spetterà poi al proprietario segnalare eventuali divergenze.rilevazione set di caratteristiche: per ogni categoria di unità ordinaria sarà rileva…

I nuovi coefficienti per la determinazione dei diritti di usufrutto

In data 11 dicembre 2014 il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha emanato un Decreto, pubblicato sulla G.U. n. 290 del 15/12/2014, di modifica del saggio di interesse legale.
Sulla base di questo provvedimento, dall'01/01/2015 il nuovo tasso di interesse legale sarà pari allo 0,5%. 
La modifica ha comportato anche la revisione dei coefficienti usati per il calcolo del valore dell'USUFRUTTO rispetto alla piena proprietà di un bene.
Per calcolare il valore dell'usufrutto a vita si applica il tasso legale d'interesse al valore della piena proprietà e si moltiplica il risultato per il coefficiente relativo all'età del beneficiario.
Il valore della nuda proprietà è invece costituito dalla differenza fra il valore della piena proprietà e il valore dell'usufrutto. 
Per determinare il valore dell'usufrutto: 1.Moltiplicare il valore della piena proprietà del bene per l'interesse legale (0,50% dal 1 gennaio 2015). 2.Al valore così ottenuto, applicare il …