Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2013

Dichiarazione dei redditi e provvigione intermediari immobiliari

Immagine
A partire dal 1° gennaio 2007 è possibile detrarre dall’imposta lorda il 19% degli oneri sostenuti  per l’acquisto dell’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale, per un importo, comunque, non superiore a mille euro per ciascuna annualità.
L’Agenzia delle Entrate,con la circolare 28E del 4 agosto 2006,  precisa che 1000 euro costituisce il
limite massimo cui commisurare la detrazione in relazione all’intera spesa sostenuta per il compenso versato agli intermediatori immobiliari per l’acquisto dell’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale e che la possibilità di portare in detrazione quest’onere si esaurisce in un unico anno di imposta.
Inoltre, se l’acquisto è effettuato da più proprietari, la detrazione, nel  limite complessivo di 1000 euro, dovrà essere ripartita tra i comproprietari in  ragione della percentuale di proprietà.









Dichiarazione dei redditi e affitti: cosa si può detrarre?

Immagine
Contratto di locazione 4 + 4 canone libero Ai conduttori che stipulano o rinnovano un contratto di affitto ai sensi della legge 431/98 per immobili da adibire ad abitazione principale, spetta una detrazione di 300 euro se il reddito complessivo non supera 15.493,71 oppure di 150 euro per redditi superiori a questo importo e fino  30.987,41 euro. Se il reddito complessivo è superiore all'importo di euro 30.987,41 non spetta alcuna detrazione.


Contratto di locazione a canone concordato
Ai conduttori  che stipulano o rinnovano un contratto ai sensi dell'art. 2 comma 3, e dall'art. 4 commi 2 e 3 della legge n. 431/98 (contratto a canone concordato) spetta una detrazione di 495,80 euro se il reddito complessivo non supera 15.493,71 oppure di 247,90 euro se il reddito è compreso tra 15.493,71 e 30.987,41 euro. Se il reddito complessivo è superiore all'importo di euro 30.987,41 non spetta alcuna detrazione.


Giovani tra i 20 e 1 30 anni
I giovani di età compresa tra i 20 e i 30 …

Approvato il congelamento della prima rata dell'Imu

Immagine
Il Consiglio dei Ministri ha approvato il congelamento della prima rata dell'Imu sulla prima casa.
Il congelamento riguarda l'abitazione principale con le pertinenze, terreni e fabbricati rurali.
Non rientrano nel  congelamento gli immobili di pregio.
Si tratta, tuttavia, di una sospensione dell'imposta, in attesa di una riforma fiscale prevista ad agosto.

Se entro tale termine il Governo non avrà ancora riformato le tasse sulla casa, i contribuenti dovranno versare, comunque, l'imposta entro il 16 settembre 2013.



Professione agente immobiliare: scadenza aggiornamento posizione

Il 12 maggio 2013 era  il termine previsto all’art. 11 del decreto ministeriale 26.10.2011 per effettuare l’aggiornamento della posizione nel registro imprese e REA, tenuto dalle Camere di Commercio Industria ed Artigianato.

Tale aggiornamento è necessario al fine di salvaguardare l’abilitazione all’esercizio dell’attività di mediazione sia da parte delle imprese già iscritte nel ruolo abrogato, sia da parte dei singoli operatori
già iscritti al ruolo.

Con decreto 23.4.2013 il Ministero dello Sviluppo Economico ha prorogato tale scadenza del 12.5.2013 al 30.9.2013, accogliendo in tal modo la richiesta proveniente da Fimaa, e dalle altre associazioni di categoria, in considerazione anche del notevole ritardo accumulato dalla varie CCIAA nel mettere a disposizione degli iscritti gli strumenti necessari per procedere all'aggiornamento.

Pertanto l’originaria scadenza del 12 maggio 2013 deve intendersi prorogata al 30 settembre 2013.

Il decreto non è ancora stato pubblicato nella Gazz…