Post

Superbonus al 110%, come funziona e cosa comporta

Immagine
Con il Decreto Rilancio (19 maggio 2020, n. 34) arriva il Superbonus 110%, riguardante gli interventi di risparmio energetico più impegnativi. 

Nello specifico la detrazione del 110% è prevista per interventi che riguardano l'isolamento termico di superfici opache orizzontali e verticali, interventi su impianti centralizzati per riscaldamento, raffrescamento e fornitura di acqua calda, impianti a pompa di calore, impianti ibridi o geotermici abbinati al fotovoltaico, interventi che prevedono materiali isolanti in rispetto ai criteri minimi ambientali. Inoltre viene previsto il Superbonus per interventi che migliorino le prestazioni dell'immobile di almeno due classi energetiche (dimostrabili tramite APE) e per l'installazione di impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo.

Il bonus spetta per le spese documentate sostenute a partire dal 1 luglio 2020 fino al 31 dicembre 2021 e verrà ripartito in 5 rate annuali di pari importo. La spesa massima detraibile è pari a 60.000€.

Gra…

Guadagnare una stanza in più: come chiudere il balcone

Immagine
Vuoi allargare la tua abitazione? Se disponi di un balcone, potresti pensare di chiuderlo per creare una stanza in più da utilizzare nei modi più disparati, inoltre ti permetterà di sfruttare il tuo balcone 12 mesi all'anno. 

Prima di tutto dovrai consultare un professionista del settore edile, per capire bene come muoverti, tenendo in considerazione il piano urbanistico della zona in cui si trova il tuo immobile. Inoltre occorre informarsi in merito alla normativa locale, per quanto riguarda chiusure dei balconi e ampliamenti. 

Esistono diverse soluzioni per la chiusura dei balconi; tra le più comuni vediamo sicuramente le tende in pvc e le vetrate scorrevoli. Le vetrate smontabili sono sicuramente la scelta più semplice, in quanto sono a norma di legge e non necessitano di autorizzazioni.

Le vetrate panoramiche sono progettate appositamente per gli esterni e sono più resistenti rispetto al vetro classico, inoltre hanno una grande potenzialità ornamentale. Quelle senza profili in al…

Vendere la casa è un'arte? Forse non del tutto

Immagine
Per vendere una casa non ci si può improvvisare. C'è chi pensa che sia sufficiente pubblicare un annuncio e fare tante  visite... non è proprio così. Il mercato dell'immobiliare e le normative che sono state introdotte dopo la  legge 39/89 hanno modificato il settore della casa, che richiede sempre più di essere gestito da persone formate e competenti per evitare spiacevoli sorprese e inutili perdite di tempo. Il primo passo è sicuramente quello di un'adeguata valutazione, che non può prescindere dalla verifica della documentazione e dei certificati: questo passaggio è spesso lasciato per ultimo ma costituisce un elemento fondamentale per raccogliere informazioni sui reali metri quadri dell'immobile - spesso cantine sottotetti sono proposti come superfici abitabili - su spese condominiali deliberate, detrazioni fiscali in corso, prelazioni, classe energetica, servitù, ipoteche o pignoramenti in corso e soprattutto sui titolari dei diritti di proprietà. La fase successiva c…

Sospensione delle imposte per le nuove registrazioni

Immagine
Viene introdotta dal Decreto "Cura Italia" la sospensione del versamento delle imposte per la registrazione di preliminari di compravendita e di contratti di locazione. 

Il Decreto specifica che vengono sospesi gli adempimenti diversi dai versamenti e diversi dall'effettuazione delle ritenute alla fonte e delle trattenute relative all'addizionale regionale e comunale, con scadenza tra l'8 marzo e il 31 maggio 2020. L’articolo 62 del Decreto del 17 marzoconsente di posticipare a giugno la registrazione contrattuale e il versamento del dovuto senza ricorrere in sanzioni.



Quindi, se il termine per la prima registrazione scade tra l'8 marzo e il 31 maggio, il contribuente può usufruire della sospensione dei termini e quindi potrà far fronte all'adempimento entro il 30 giugno 2020. Si tratta pertanto di una sospensione temporanea e nel caso di risoluzioni, proroghe, cessioni o subentri l'imposta di registro seguirà le normali scadenze, quindi il contribuente…

La bozza del regolamento per la nuova IMU

Immagine
L'Istituto per la Finanza e l'Economia Locale (Ifel) ha pubblicato un nuovo schema di regolamento Imu e di delibera consiliare e di approvazione delle aliquote per l'anno 2020, con le modifiche effettuate dalla Legge di Bilancio 2020, la quale prevede l'assorbimento della Tasi all'interno dell'Imu.

La "nuova" Imu quindi rappresenta una semplificazione per i contribuenti e per gli stessi Comuni, in quanto viene eliminato il doppio versamento, il quale è fondato sulla stessa base imponibile e sugli stessi contribuenti. Permette inoltre ai Comuni l'attivazione di facoltà  che permettono una gestione del prelievo ordinata ed efficace, oltre che consentire ai sindaci di decidere se annullare il prelievo su immobili come castelli e abitazioni di pregio.

Lo schema della nuova Imu 2020 ha come obiettivo quello di fornire tutte le soluzioni che ogni ente può adottare, nei limiti di quanto previsto da regolamento. 

Consulta gli schemi di regolamento sul sito d…

Credito d'imposta per affitto dei negozi

Immagine
L'Agenzia delle Entrate chiarisce, tramite la circolare 11/E del 6 maggio, alcuni punti del credito d'imposta per botteghe e negozi (bonus affitti) previsto dall'articolo 65, comma 1, del DL 17 marzo 2020, n.18.

Nello specifico, l'Agenzia delle Entrate fornisce alcuni chiarimenti grazie alla circolare, riguardanti il canone di locazione dell'unità principale e dell'eventuale pertinenza e le spese condominiali dell'immobile in oggetto.

Per quanto riguarda il canone di locazione, l'Agenzia delle Entrate specifica che è possibile usufruire del credito d'imposta per botteghe e negozi, sia per quanto riguarda il negozio, con categoria C/1, sia per la pertinenza, in quanto la pertinenza è, di fatto, un accessorio rispetto all'immobile principale, quindi il credito d'imposta deve essere calcolato sull'intero canone.L'Agenzia specifica però che la suddetta pertinenza deve essere utilizzata per lo svolgimento dell'attività.

Riguardo alle spe…

10 milioni per i giovani che acquistano casa sull'Appennino

Immagine
La regione Emilia-Romagna ha messo a disposizione 10 milioni di euro a fondo perduto utilizzabile in 119 Comuni montani dell'Appennino.

Il bando è rivolto agli under 40, siano essi giovani coppie, famiglie o single, che intendono acquistare e/o ristrutturare una casa nei Comuni montani dell'Appennino, per sostenere lo sviluppo di questi Comuni e contrastarne lo spopolamento. 

Le domande per il bando dovranno essere presentate a partire dal 15 settembre 2020, fino al 15 ottobre. Nello specifico si tratta di un contributo che va dai 10.000€ ai 30.000€ da utilizzare per l'acquisto di immobili esistenti senza il consumo di suolo e per la ristrutturazione. 

Il presidente della regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ha spiegato che, qualora la richiesta media si aggirasse intorno ai 20.000€, questo vorrebbe dire che si avranno circa 500 interventi nei comuni montani dell'Appennino. Inoltre ha aggiunto: "Abbiamo puntato sulla bassa soglia di età per guardare al futuro. …

Consulta Intermediazione Immobiliare: lettera a Conte

Immagine
La Consulta Interassociativa Nazionale dell’Intermediazione Immobiliare, Costituita da Anama, Fiaip e Fimaa, ha scritto al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte per richiedere un intervento tempestivo che vada a tutelare il lavoro delle agenzie immobiliari.

Nello specifico, la Consulta, ha chiesto la correzione della FAQ pubblicata sul sito del Governo che prevede che i sopralluoghi dei mediatori immobiliari con i clienti presso immobili in vendita o da locare potranno essere effettuati solo nel caso in cui gli immobili in oggetto siano effettivamente disabitati. Così facendo, è stato stimato che l'attività delle agenzie immobiliari si riduca del 70-80%.

La lettera firmata dai presidenti di Anama, Fiaip e Fima afferma: "Si tratta di una valutazione che consideriamo in tutta sincerità priva di logica, oltre che inopportuna per la nostra categoria e per i consumatori. Se la Fase 2 deve significare riavvio responsabile di quelle attività produttive che sono state inserite nell’a…

Agenzie immobiliari: chiarimento del Governo

Immagine
Il DPCM del 26 aprile 2020, ritiene le attività immobiliari (comprese quelle di mediazione immobiliare) tra quelle che non rientrano nella sospensione. 

Per questo motivo, spostarsi per recarsi presso un'agenzia di intermediazione immobiliare o spostarsi per effettuare un sopralluogo presso un immobile da affittare o da acquistare, viene considerata una ragione legittima di spostamento.
Sul sito del Governo, nella sezione FAQ inerente alla Fase 2 dell'emergenza COVID-19, viene altresì specificato che, qualora l'immobile da acquistare o locare fosse abitato, non è possibile per l'agente immobiliare e i clienti effettuare il sopralluogo. Si evince quindi che le visite immobiliari, al momento, possono effettuarsi solamente presso unità immobiliari disabitate.
Photo Credits: Google Images
Visita https://www.serviziimmobiliari.eu/ per scoprire i nostri servizi per la gestione fiscale delle locazioni.

Agenzie immobiliari: ripresa attività e Fase 2

Immagine
Lunedì 4 maggio le agenzie immobiliari potranno riprendere l'attività sospesa dal 10 marzo.
In realtà molti agenti hanno continuato a lavorare nel periodo di chiusura, potenziando gli strumenti digitali, investendo in virtual tour ed in corsi di  formazione.
Ora inizia un periodo di convivenza con l'emergenza, in cui sarà importante attuare alcuni protocolli di comportamento per la sicurezza dei propri collaboratori  e dei clienti.
Sicuramente un punto di riferimento operativo può essere costituito dal "Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro" sottoscritto il 14 marzo 2020 ed integrato il 24 aprile 2020.
I locali di lavoro dovranno essere sanificati, quando possibile sarà importante favorire il lavoro agile, il lavoro a turni e sarà fondamentale adottare le regole di igiene consigliate come lavarsi  spesso le mani e disinfettare la propria postazione di lavoro.
C…

Immobiliare: il lavoro non si ferma

Immagine
L'emergenza sanitaria ha imposto la sospensione all'attività di mediazione immobiliare.

In attesa della conferma  che dal 4 maggio 2020 ci sia la possibilità di riapertura anche per questo settore, ecco alcuni consigli per riorganizzare al meglio il nostro lavoro, per prepararci e, perché no, per sfruttare questa pausa per ridisegnare il nostro business.





Investire sulla formazione
Sfrutta il tempo che hai a disposizione per fare formazione. Creare una cultura di formazione aziendale e di continuo aggiornamento è uno degli elementi strategici per garantire che la tua impresa sia sempre in sviluppo.
La formazione porta infatti vantaggi in crescita professionale e risultati in performance individuali e di gruppo.





Riorganizziamoci:  impegniamo il nostro tempo per riorganizzare la modulistica, per realizzare cartelli da stampare, per controllare e aggiornare gli annunci,  lavoriamo sulle planimetrie e sui virtual tour. E' importante valutare la qualità dei contenuti e e dei visua…

Accordo riduzione del canone

Immagine
Le difficoltà economiche per imprese e famiglie a causa della situazione di emergenza hanno portato molte persone all'impossibilità di pagare il canone di locazione.
Il Decreto Cura Italia consente, alle aziende che hanno dovuto sospendere l'attività nel mese di marzo, un credito di imposta nella misura del 60% dell'importo pagato, da utilizzarsi dal 25 marzo in compensazione in F24.
Molti conduttori hanno comunque chiesto ai locatori una temporanea sospensione o riduzione del canone.

La riduzione del canone è un accordo consentito per qualsiasi tipologia di contratto di locazione.
La scrittura deve essere sottoscritta e firmata dalle parti, è esente da  imposte di bollo e di registro a condizione che all'interno dell'atto i contraenti dispongano solo la riduzione del canone.
La registrazione va fatta entro 30 giorni dalla data di stipula o decorrenza presso lo sportello territoriale dell'Agenzia delle Entrate, unitamente alla compilazione del modello 69.
Da se…

Immobiliare: richiesta di apertura

Immagine
La Consulta Interassociativa Nazionale dell'Intermediazione Immobiliare chiede, attraverso un comunicato stampa, la riapertura delle Agenzie immobiliari 

Consulta Interassociativa Nazionale dell’Intermediazione Immobiliare: “Collaboriamo con il Governo per una riapertura in sicurezza delle Agenzie Immobiliari”
Roma, 14 aprile 2020. La Consulta Interassociativa Nazionale dell'Intermediazione Immobiliare (ANAMA-FIMAA_FIAIP), in considerazione dei miglioramenti in termini di contenimento del contagio del Covid-19 unitamente al settore di prima necessità in cui operano le agenzie immobiliari ovvero quello della CASA, propone al Governo di collaborare fattivamente per la per la definizione di un protocollo di misure precauzionali e di sicurezza nello svolgimento dell'attività di agenzia immobiliare affinché quest'ultima possa rientrare il più rapidamente possibile tra quelle consentite.
Le tre organizzazioni sindacali di categoria (ANAMA-FIMAA_FIAIP) sottolineano l'impo…

Covid: versamenti imposta di registro

Immagine
Circolare Agenzia delle Entrate 03/04/2020









Chiarimenti in merito alla sospensione dei termini per la registrazione dei contratti di locazione  QUESITO: Si chiede se rientrino nella sospensione prevista dall’articolo 62 del Decreto anche i versamenti dell’imposta di registro da effettuare in sede di registrazione di un contratto di comodato o di locazione. RISPOSTA: Si premette che a seguito dell’entrata in vigore dell’articolo 62, comma 1, del Decreto «sono sospesi gli adempimenti tributari diversi dai versamenti e diversi dall’effettuazione delle ritenute alla fonte e delle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale, che scadono nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 e il 31 maggio 2020».
Pertanto, se il termine per effettuare la registrazione cade tra le date indicate, il contribuente può beneficiare della sospensione dei termini, con diritto di effettuare l'adempimento entro il 30 giugno 2020.
Dato che in base all’articolo 16 del Testo Unico dell’imposta di Regi…

Ad aprile #resta a casa

Immagine
Gestione fiscale online dei contratti di locazione













Resta a casa, al tuo contratto  ci pensiamo noi!
Gestione fiscale online dei contratti di locazione
Fino al 30 aprile offriamo il 20% di sconto a tutti i professionisti che diventano nostri nuovi clienti, approfittane!

Da questa situazione di emergenza possiamo imparare a lavorare in modo più semplice, per sfruttare tutte le nostre possibilità anche quando torneremo alle nostre routine quotidiane.
Oggi noi siamo qui per aiutarti in questo percorso e per rendere il tuo lavoro efficiente anche da casa.


Covid e sospensione rate mutuo

Immagine
Il Decreto attuativo dell'art.54 del DL  Cura Italia è stato varato per aiutare le famiglie ed integra la disciplina del Fondo Gasparrini, Fondo di solidarietà istituito con la L. 244/2007, rifinanziato con il Decreto Salva Italia, che prevede di beneficiare della sospensione del pagamento delle rate del mutuo per i titolari di un mutuo contratto per l'acquisto della prima casa che siano in situazioni di temporanea difficoltà previste dal regolamento.




Per accedere al fondo è necessario aver contratto un mutuo per l'acquisto prima casa per l'importo massimo di 250mila euro.  In seguito all'emergenza Covid, l'operatività del Fondo è stata estesa anche ai  lavoratori dipendenti con sospensione o  riduzione di lavoro per un periodo di almeno 30 giorni (cassa integrazione o altri ammortizzatori sociali), ed ai lavoratori  autonomi e professionisti che abbiano subito un calo del proprio fatturato superiore al 33% rispetto al fatturato dell'ultimo trimestre 2019.

Credito di imposta per affitto

Immagine
Il Decreto Cura Italia n.18 del 17 marzo 2020 ha previsto un credito di imposta a sostegno delle imprese per far fronte all'emergenza Covid 19.

Il tax credit, pari al 60% del canone di affitto del mese di marzo 2020, potrà essere usato in compensazione al momento del pagamento dell'F24

Possono beneficiare dello sconto fiscale solo gli immobili in categoria C1 (negozi e botteghe) mentre il credito non si applica alle attività elencate agli allegati 1 e 2 del decreto 11 marzo 2020.

Per potere godere della compensazione è necessario riportare sull'F24 nella sezione Erario alla colonna "importo a credito compensati" il docice tributo 6914 (credito di imposta canoni di locazione botteghe e negozi - art 65 Decreto 17 marzo 2020 n.18), mentre l'importo di riferimento sarà quello del canone di locazione pagato nel mese di marzo.

Sono ammessi  solo i conduttori che svolgono attività di impresa, sono esclusi i professionisti, i lavoratori autonomi e gli enti non commer…

Tendenze: la casa del 2020

Immagine
La casa di quest'anno ha stile e caratteristiche precise, che si dividono tra sostenibilità, natura e abbattimento dei confini. Vediamo quindi, nel dettaglio, le tendenze della casa 2020.

La sostenibilità diventa un tema imperante all'interno delle case, con interventi e progetti atti a cercare di ridurre i consumi e l'inquinamento, migliorare la qualità dei materiali utilizzati, in modo che siano più salubri e sicuri per la salute degli abitanti di quella casa. Il tema della tutela dell'ambiente ha quindi influenzato anche il tema dell'edilizia e dell'arredamento.




Il tema della sostenibilità va a braccetto con il tema della natura, la quale è una delle principali protagoniste nelle case del 2020. La natura conquista non solo chi possiede un giardino, ma anche chi vive in appartamento. Le piante non possiedono solo un aspetto decorativo e di design, ma sono anche un elemento importante per la nostra salute e il nostro benessere. Tra le piante più apprezzate vedia…

2020: il mutuo e la surroga 2020

Immagine
Il Sistema di Informazioni Creditizie di Crif conferma, per l'inizio 2020, la tendenza positiva di fine anno scorso per quanto riguarda la domanda di mutui e surroghe. Secondo quanto rilevato, l'incremento delle domande è pari a un 32% in più rispetto alle domande di gennaio 2019. 

Prendendo in considerazione gennaio 2020, si tratta del mese che ha ottenuto la miglior performance dal 2010 a oggi. 

Oltre a una crescita nelle richieste dei mutui, è stata riscontrata anche una forte crescita dell'importo medio richiesto. Nello specifico, durante gennaio 2020, si è raggiunto un +2,8% rispetto al medesimo mese dell'anno precedente. 

Analizzando le fasce  di durata dei mutui e delle surroghe, la percentuale maggiore (26,7%) è quella che va dai 16 e i 20 anni, mentre tra i 26 e i 30 anni la percentuale scende al 22,9%. Leggermente più bassa (22,1%) è la fascia di durata che va dai 21 ai 25 anni.

Photo Credits: Pinterest.it

Visita https://www.serviziimmobiliari.eu/ per scoprire i n…

Tettoie e ringhiere, si all'Iva agevolata?

Immagine
L'Agenzia delle Entrate, mediante la risposta n. 71, fornisce alcune risposte in tema di aliquota agevolata sui beni finiti. 

Nello specifico, la risposta arriva dopo la richiesta di chiarimenti in merito all'applicazione delle agevolazioni sui beni finiti da parte di una società la quale si occupa del commercio all'ingrosso di balconi, tettoie, ringhiere, recinzioni e altri beni che rientrano nel settore edile e che in futuro ha intenzione di commerciare anche al dettaglio, con la posa in opera dei prodotti, commissionando gli interventi di montaggio a imprese specializzate. 

L'Agenzia delle Entrate, con la risposta n. 71, sottolinea che i beni sopra citati possono rientrare nella categoria "beni finiti", quindi possono beneficiare dell'iva agevolata. Questo è possibile a patto che siano conformi ai requisiti necessari e mantengano una propria individualità e autonomia funzionale, inoltre devono essere sostituibili in modo autonomo rispetto alla struttura …

La video guida dell'Agenzia delle Entrate per il Bonus Facciate

Immagine
La Legge di Bilancio 2020 ha introdotto il Bonus Facciate, inserito nei commi da 219 a 224 della Legge, il quale prevede una detrazione fiscale del 90% dall'imposta lorda delle spese documentate sostenute nell'anno 2020 per quegli interventi finalizzati al recupero e/o al restauro della facciata esterna degli edifici esistenti.

Dopo la pubblicazione della guida con tutte le informazioni necessarie per poter usufruire della nuova detrazione, l'Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti un video guida, in cui viene spiegato come beneficiare dell'agevolazione del 90% per gli interventi su facciate esterne di edifici ubicati nei centri storici e nelle zone limitrofe, quindi zone A e B. 

La detrazione non ha limiti di spesa e viene ripartita in 10 quote annue di pari importo, per gli interventi eseguiti a partire dal 1° gennaio 2020 fino al 31 dicembre 2020. Reintrano nella detrazione anche la pulitura e la tinteggiatura delle facciate. È possibile beneficiar…

Cedolare secca: tutte le specifiche per il 2020

Immagine
Nel 2020 vengono introdotte alcune novità in tema di cedolare secca, il regime facoltativo per i contratti di locazione che consiste in un'imposta sostitutiva dell'Irpef e delle addizionali per i redditi derivanti dalla locazione di un immobile.

Per quanto riguarda i contratti di locazione ad uso residenziale a canone libero, anche per il 2020 il regime della cedolare secca resta invariato, quindi resta la cedolare al 21%.

Per quanto riguarda le locazioni brevi, ovvero quei contratti che hanno durata non superiore ai 30 giorni, è possibile applicare la cedolare secca al 21%. In realtà su questo fronte vi è un contenzioso per il fatto che la ritenuta non viene applicata dai portali che si occupano di locazioni di questo tipo. Il 18 settembre 2019 il Consiglio di Stato ha rinviato la questione alla Corte di giustizia europea; nell'attesa che venga presa una decisione i proprietari di immobili locati che si vedono accreditare il canone di affitto senza ritenuta non sono a risch…