Post

Obbligo di registrazione preliminare a carico dei mediatori

Immagine
All'Agenzia delle Entrate è stato rivolto un quesito concernente la Società ALFA S.a.s. la quale svolge attività di intermediazione immobiliare, e che a seguito del conferimento dell'incarico di vendita realizza la formulazione di una proposta di acquisto, l'accettazione della suddetta e la stipula del contratto preliminare di compravendita.

Per chi vuole avvalersi di un mediatore immobiliare, conferisce a quest'ultimo un incarico di vendita, il quale contiene la descrizione del bene, il prezzo che viene richiesto, le modalità di pagamento e termini e condizioni di vendita. L'incarico di vendita occorre per disciplinare il contratto di mediazione e funge da vincolo per l'intermediario e il soggetto o i soggetti che conferiscono l'incarico di vendita. Una volta raccolta la proposta di acquisto di un potenziale acquirente, il mediatore la sottopone ai proprietari. Qualora la proposta venisse accettata l'affare viene considerato concluso e l'intermediar…

Tendenze: L'uso del compensato per l'arredamento

Immagine
Avete mai pensato di usare il compensato per arredare? È un materiale che da sempre viene snobbato, probabilmente per il fatto che viene normalmente utilizzato in ambienti come il garage, la cantina o i laboratori artigianali. In realtà, ultimamente, sta guadagnando sempre più considerazione, anche per arredare gli interni delle nostre case, sia per assolvere compiti funzionali, sia a scopo decorativo. Il compensato, oltre che essere particolarmente economico, permette anche di trasformare con semplicità gli ambienti della casa. Per darvi un'idea di come può essere utilizzato il compensato in casa, abbiamo raccolto alcune foto dalle quali potete prendere spunto. 


Un utilizzo originale del compensato può essere quello di utilizzarlo in una parete dell'ingresso o del ripostiglio e utilizzarlo come porta biciclette, oltre che guardaroba per borse, giacche e scarpe. È la soluzione ideale per chi non dispone di un deposito per le biciclette e non possiede una casa con grandi spazi. 


Novità 2020: i cambiamenti della dichiarazione dei redditi

Immagine
La Legge di Bilancio 2020, prevede alcune modifiche relative alla dichiarazione dei redditi; nello specifico verranno modificati alcuni dettagli all'interno del modello 730, in modo da poterne migliorare la fruibilità e di conseguenza invogliano i contribuenti al suo utilizzo. 

Un'ulteriore intenzione è quella di allargare l'utilizzo del 730 per la dichiarazione dei redditi  non più solamente a chi percepisce redditi di lavoro dipendente o di pensione, ma anche ai titolari di redditi da lavoro autonomo occasionale e ai titolari di redditi fondiari.

Inoltre la Legge di Bilancio introduce dei cambiamenti anche nel calendario e nelle relative scadenze della dichiarazione dei redditi. Innanzitutto il modello 730 dovrebbe cambiare data di scadenza per la presentazione, slittando dal 23 luglio al 30 settembre. Questo consente agli intermediari di avere a disposizione i dati nella dichiarazione precompilata, riducendo di conseguenza la possibilità di errore da parte dei contribuent…

Le città più sostenibili del mondo

Immagine
Per quanto riguarda le città, il concetto di sostenibilità ambientale e di green può variare a seconda dei parametri che vengono considerati. Sicuramente tra gli aspetti principali da valutare vi sono il pianeta, ossia quanto la città è planet-firendly, le persone, ovvero la loro condizione di vita e il profitto, ossia quanto è facile guadagnarsi da vivere in quella determinata città. Inoltre si parla di città green anche in termini di educazione ambientale dei cittadini e in termine di investimenti per migliorare la sostenibilità ambientale. Si tratta quindi della messa in atto di politiche finalizzate al rispetto dell'ambiente, alla sensibilizzazione dei cittadini e alla sostenibilità negli usi e consumi delle risorse naturali.

Quali sono le città più green e più sostenibili del mondo?

Londra è una delle città più sostenibili, considerando tutti i profili. Da sottolineare la sua missione, attiva e vincente da anni, a ridurre il traffico automobilistico e le emissioni di carbonio.

L…

Quando scatta il pignoramento se si ritarda con il pagamento del mutuo?

Immagine
Qualora accadesse di non pagare le rate relative al mutuo sulla casa, la banca può pignorare l'immobile in oggetto?

Se l'intestatario del mutuo ritarda nel pagamento delle rate, la banca ha il diritto di prendersi la casa. Il pignoramento deve però sottostare a determinate condizioni. Il procedimento esecutivo per il pignoramento della casa inizia dopo 18 rate di mutuo non pagate. Prima invece si profilava l'intervento della banca solamente dopo 7 rate di mutuo non versate. 

Inoltre per iniziare un procedimento di pignoramento, occorre che nel contratto di mutuo stipulato con la banca sia presente ed esplicitamente specificata una clausola la quale preveda la vendita diretta della casa da parte dell'istituto di credito qualora il mutuatario non risulti in grado di coprire il debito con la banca, senza lo svolgimento di alcuna asta immobiliare. Così facendo la banca non dovrà aspettare le tempistiche del tribunale per poter rientrare del proprio finanziamento. 

Può succede…

Tendenze: Diversi stili per rivoluzionare il salotto

Immagine
Se stai pensando di dare al tuo soggiorno una nuova personalità, oppure se hai acquistato una nuova casa e cerchi qualche spunto per arredare il soggiorno, sei nel posto giusto. 
In questo post analizziamo quattro stili diversi tra i quali troverai sicuramente quello che fa al caso tuo.


Il total white è sicuramente una scelta coraggiosa ma di grandissimo effetto. È ideale per chi ama la semplicità e l'ordine. Attenzione a non banalizzare una scelta di questo tipo, infatti esistono differenti tonalità di bianco che vanno dal ghiaccio al burro, dall'ottico al panna. 
Questo stile è ideale se il tuo soggiorno non ha dimensioni particolarmente ampie, infatti il bianco fa sì che gli ambienti appaiano più grandi. Scelta vincente anche nel caso in cui il tuo soggiorno non sia particolarmente luminoso.



Il black&white è uno stile intramontabile, sia nel campo della moda che nel campo dell'arredamento. Se ami l'eleganza è lo stile che fa per te: otterrai un soggiorno semplice ma…

Cedolare secca per immobili commerciali in comproprietà

Immagine
La Legge di Bilancio 2019 ha esteso l'applicazione del regime della cedolare secca ai canoni di locazione derivanti da nuovi contratti che sono stati stipulati durante il 2019 da persone fisiche, al di fuori di un'attività di impresa, arte o professione, che abbiano come oggetto uno o più immobili destinati all'uso commerciale con superfici non oltre i 600mq, con categoria catastale C/1 e le relative pertinenze appartenenti alle categorie C/2, C/6, C/7. 

Il regime della cedolare secca non è applicabile a quei contratti che sono stati stipulati nel 2019, se al 15 ottobre 2018 risultava in essere tra gli stessi soggetti un contratto di locazione relativo al medesimo immobile, il quale sia stato interrotto prima della sua scadenza naturale.

È possibile aderire al regime della cedolare secca, sia quando il conduttore del contratto svolge attività commerciale (sia esso una società o una persona fisica), sia quando il contratto prevede un canone variale relativo alla percentuale e…

Novità antiriciclaggio per agenti immobiliari

Immagine
Sono state introdotte alcune modifiche in materia di antiriciclaggio e antiterrorismo, le quali sono entrate in vigore dal 10 novembre 2019.

Per quanto riguarda chi lavora come mediatore immobiliare, viene precisato (come si evince dall'art. n. 5 leet. e) che il campo di applicazione della disciplina riguardante antiriciclaggio e antiterrorismo è limitato agli interventi di intermediazione relativi alla locazione di un immobile per i quali il canone è uguale o superiore ai 10.000€ al mese.

Inoltre, per quanto riguarda le limitazioni all'uso del contante e dei titoli al portatore, facendo riferimento all'art 18 D.lgs. 124/2019, sono state modificare le soglie, spostandole a 2.000€ per quanto riguarda il periodo dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021 e successivamente spostandole a 1.000€ a partire dal 1 gennaio 2022.

Photo Credits: Google Images


Visita https://www.serviziimmobiliari.eu/ per scoprire i nostri servizi per la gestione fiscale delle locazioni.

Polizza casa: si può detrarre?

Immagine
La polizza assicurativa che interessa la casa e le sue pertinenze può essere detratta?

L'Agenzia delle Entrate chiarisce che i premi assicurativi sulla casa possono essere detratti solo per la copertura di specifici rischi, come ad esempio le spese sostenute per i premi sulle assicurazioni che coprono gli eventi calamitosi. In questo caso è possibile detrarre il 19% delle spese dall'Irpef. Per poter usufruire dell'agevolazione la polizza in oggetto deve essere stata stipulata a partire dal 1° gennaio 2018 e spetta solamente per un'unità ad uso abitativo, come previsto dalla Legge di Bilancio 2018.

Per quanto riguarda le polizze "multirischio", come ad esempio quelle che coprono i furti, la responsabilità civile o gli eventi naturali, la detrazione viene prevista solamente per la parte di premio relativa alla copertura di eventi calamitosi. 

L'Agenzia delle Entrate ha sottolineato, inoltre, che l'agevolazione fiscale per le polizze interessa le assicurazi…

Obbligo di registrazione del contratto non retroagisce

Immagine
I contratti di locazione devono essere registrati entro e non oltre i 30 giorni dalla data di stipula. Occorre sottolineare che la disposizione dell'articolo 1, comma 346, della Legge n.311/2004, la quale obbliga alla registrazione del contratto, viene applicata solamente a quei contratti che sono stati stipulati dopo l'entrata in vigore della suddetta disposizione. 

La Cassazione, nella sesta sezione civile, n. 23192 del 17 Settembre 2019, si è espressa sull'obbligo di registrazione dei contratti di locazione e la relativa efficacia del contratto. Vi è un collegamento tra la norma entrata in vigore nel 2005 e le successive modifiche legislative riguardanti la materia. Di conseguenza, le predette disposizioni non possono essere applicate ai contratti sottoscritti precedentemente alla loro entrata in vigore.

Photo Credits: Google Images

Visita https://www.serviziimmobiliari.eu/ per scoprire i nostri servizi per la gestione fiscale delle locazioni.

Tendenze: gli usi della casa nel 2021 al Next Design Perspectives

Immagine
A fine Ottobre si è tenuta a Milano la seconda edizione di Next Design Perspectives, la conferenza di Altagamma che ha fatto emergere una tendenza importante: il nostro rapporto con la casa sta profondamente cambiando. 

Tra le caratteristiche principali vediamo il vivere la casa con attività che prima erano svolte in altri luoghi: sempre più spesso verranno realizzati ambienti dedicati all'attività sportiva e al fitness, ma anche al lavoro. Inoltre fanno la loro comparsa zone per il relax e la meditazione, in cui trascorrere tempo di qualità, in piena serenità e comfort.

Gli ambienti saranno caratterizzati dalla fluidità: le stanze saranno maggiormente connesse e le loro funzioni saranno definite in modo meno rigido. Potremo, ad esempio, trovare una vasca da bagno all'interno di una camera da letto.

La ricerca della sostenibilità andrà ad investire anche il design, con la nascità di un'economia immateriale ed esperienziale, fatta di emozioni, conoscenza e desideri. Per questo…

Vendita della casa: novità sulle tasse 2020

Immagine
Insieme alla Legge di Bilancio 2020 arrivano alcune novità per quanto riguarda le tasse sulla vendita di una casa.
L'articolo 89, dedicato ai rendimenti de bene, infatti, prevede un aumento che va dal 20% al 26% dell'aliquota dell'imposta sostitutiva per le plusvalenze che vengono realizzate grazie a cessioni a titolo oneroso di bene immobili i quali sono stati acquistati o costruiti da non più di 5 anni. L'attuale legislazione, istituita dalla Legge Finanziaria del 2006, prevede un'aliquota del 20%.

L'applicazione di tale regime sostitutivo deve essere richiesta al notaio in sede di rogito, in quanto è facoltativa. Essa va a sostituire la normale tassazione IRPEf, la quale viene applicata sulla plusvalenza calcolata come differenza che intercorre tra il prezzo di acquisto/costruzione e il prezzo di vendita.

Quindi oltre alla cancellazione dell'aumento della cedolare secca sul canone concordato dal 10% al 12,5% e delle imposte ipotecarie e catastali, la Legge …

Bonus 2020: quali sono stati confermati?

Immagine
Con la Legge di Bilancio 2020 sono state confermate e prorogate la maggior parte delle detrazioni fiscali in vigore gli anni scorsi, mentre una di queste esce di scena.

Nello specifico, a non essere più valida a partire dall'anno 2020, è il Bonus Verde, il quale prevedeva una detrazione del 36% per la sistemazione dei giardini e del verde, che probabilmente non ha soddisfatto le aspettative. Vedremo invece l'entrata in vigore di una nuova detrazione fiscale, dedicata all'abbellimento delle facciate.

La Legge di Bilancio definisce la bozza del Bonus Facciate in modo molto ampio, infatti potranno essere detratte spese relative agli interventi di restauro o recupero delle facciate, compresi gli interventi di manutenzione ordinaria. Il Bonus Facciate prevede, a partire dal 2020, uno sconto che si innesca sulla base del Bonus Ristrutturazioni, portando quindi la percentuale detraibile dal 50% al 90% per le spese con relativa documentazione. Inoltre non viene posto alcun limite di…

La consegna differita dell’immobile configura il contratto di comodato?

Immagine
La consegna di un immobile entro e non oltre 15 giorni dalla stipula del rogito di vendita, non è inquadrabile nel contratto di comodato d'uso. È la risposta (n.458 del 31 Ottobre 2019) che l'Agenzia delle Entrate fornisce all'interpello di un contribuente.

Il contribuente riteneva che la consegna differite pattuita in una compravendita, non andasse a costituire un contratto di comodato, bensì una mera pattuizione della consegna del bene oggetto di compravendita. Si tratta di un'obbligazione disciplinata nel tipo di vendita, non un contratto, per la quale non è quindi richiesto il versamento di un'imposta fissa di registro.

L'Agenzia delle Entrate sottolinea, citando l'articolo 1803 del c.c., che il comodato è un contratto mediante il quale un soggetto consegna all'altro una casa mobile o immobile, della quale, il secondo soggetto, potrà servirsene per un tempo o un uso specifico, con l'obbligo di restituire la medesima cosa ricevuta. Quindi, analizza…

Imu e casa occupata abusivamente

Immagine
La soggettività ai fini Imu è legata al presupposto normativo del possesso del relativo immobile. Tale soggettività viene meno qualora ci si trovi in presenza di una causa di forza maggiore, la quale impedisce il possesso dell'immobile. Un esempio è quello di una casa occupata abusivamente, senza la stipula di alcun contratto preventivo, che spoglia quindi il legittimo proprietario del possesso dell'immobile. In questo caso il proprietario non è tenuto a versare l'Imu.

Viene sottolineato che un'interpretazione differente andrebbe a contrastare il principio costituzionale di capacità contributiva, perché andrebbe ad assoggettare il proprietario dell'immobile al pagamento di una tassa su un bene di cui effettivamente non dispone, a causa di eventi estranei alla sua volontà. Questo emerge dalla sentenza della Ctr Lombardia n. 4133/2019 del 23 ottobre 2019.

La vicenda nasce dall'impugnazione, da parte del Fallimento di una società di capitali, di alcuni avvisi di acc…

Tendenze: i bagni del 2020

Immagine
Il bagno non è più solamente un ambiente di servizio all'interno dell'abitazione, bensì è sempre di più un ambiente con una propria identità, in cui si trascorrono momenti di relax, tra innovazioni tecnologiche e grandi elementi classici.

Innanzitutto vediamo una forte tendenza all'utilizzo di colori con tonalità tenui e sobrie, in modo da restituire allo spazio un'aura rilassante. Questo non vale solamente per i colori delle pareti e delle piastrelle, infatti, vediamo un grande ritorno dei sanitari colorati, ma sempre con tonalità piuttosto neutre, come il grigio, il beige e il marrone.

L'utilizzo di tinte sobrie e neutre investe anche la scelta dei materiali, con l'impiego di materiali naturali, come il legno e la pietra, o con la scelta di materiali che simulano quelli presenti in natura, come il gres effetto legno/pietra.
Non dimentichiamo però l'uso del parquet anche in bagno, scelta che generalmente deriva dal desiderio di dare continuità tra il bagno e …

Bonus mobili 2020

Immagine
Il bonus mobili viene prorogato anche per il 2020 dalla Legge di Bilancio, che è stata approvata, salvo intese, dal Consiglio dei Ministri. Infatti, salvo modifiche alla Legge di Bilancio, il bonus mobili 2020 prevede una detrazione del 50% sull'acquisto, effettuato durante tutto il prossimo anno, di mobili ed elettrodomestici in classe A+, mentre nel caso dei forni occorre la classe A. L'acquisto di mobili e elettrodomestici deve essere finalizzato ad arredare un immobile che sia oggetto di ristrutturazione.

Il bonus è previsto per una spesa massima di 10.000€, la quale sarà detraibile in rate annuali distribuite su 10 anni. Il limite massimo di 10.000€ è riferito a ogni singola unità immobiliare, nella quale sono comprese le relative pertinenze.

Hanno diritto al bonus mobili i contribuenti che effettueranno i pagamenti mediante bonifico bancario o postale, sul quale deve essere riportata la causale del versamento e gli estremi del beneficiario, oppure mediante carta di credito…