Post

Aliquota Nuova Imu

Immagine
La Legge di Bilancio 2020 ha unificato Imu e Tasi, questo comporta delle novità in merito all'applicazione dell'aliquota aggiuntiva dello 0,8 per mille, quindi si avrà una maggiorazione della Tasi.

Dopo l'unificazione di Imu e Tasi, infatti, i Comuni potranno applicare l'aliquota extra dello 0,8 per mille, aggiuntiva rispetto all'aliquota massima dei due tributi, la quale era fissata a quota 10,6 per mille, solo per tassare quegli immobili diversa dall'abitazione principale. 

Sono escluse dall'aggravio tutte le prime case considerate di lusso, quindi quelle appartenenti a categorie catastali A1, A8 e A9, che comunque continueranno a pagare i tributi immobiliari, gli immobili-merce, ossia quelli costruiti dall'impresa e destinati alla vendita, e gli immobili appartenenti alla categoria catastale D, ossia i capannoni e gli opifici. Quindi questi immobili sono al riparo da aggravi di imposta.

Dal 2020, in sostituzione della maggiorazione Tasi, i Comuni che ha…

Da Febbraio via alla Carta Famiglia

Immagine
Dal 1° Febbraio 2020 diventa operativa la nuova Carta Famiglia. Di cosa si tratta?


Innanzitutto occorre specificare che la Carta Famiglia è dedicata ai nuclei famigliari che hanno almeno 3 figli, di età compresa tra gli 0 e i 26 anni. Inoltre i cittadini, per poterne usufruire, devono essere cittadini comunitari.

La Carta Famiglia non è un contributo economico che viene erogato direttamente, piuttosto si tratta di un aiuto indiretto, volto a fornire agevolazioni mirate. Per fare qualche esempio dà diritto a sconti sull'acquisto di beni o sulla fruizione di servizi pubblici, con scontistiche pari almeno al 5% rispetto al prezzo ordinario. Per riconoscere i commercianti che aderiranno a questa iniziativa, occorrerà cercare i negozi che espongono due diversi bollini: "Sostenitore della Famiglia" o "Amico della Famiglia".

L'Istat ha stimato che saranno circa 939mila le famiglie che potranno beneficiare dell'iniziativa.

Per richiedere e ottenere la Carta Famigli…

Il Bonus Tari: cos'è e come funziona?

Immagine
Per le famiglie che si trovano in un momento di difficoltà economica l'anno 2020 ha portato un nuovo aiuto. Il governo ha infatti varato il Bonus Tari, per il quale è previsto lo stesso meccanismo che viene applicato per lo sconto sulle bollette riguardanti gas e luce.

I requisiti necessari per poter usufruire del Bonus Tari 2020 sono i medesimi previsti per le altre agevolazioni dedicate a chi ha un reddito basso. Nello specifico possono usufruire del Bonus:

i nuclei famigliari con almeno 4 figli a carico e Isee che non supera i 20mila €i titolare di reddito o pensione di cittadinanzai nuclei famigliari con Isee che non supera gli 8.265€i soggetti affetti da malattie gravi che ricorrono ad apparecchiature elettromedicali per il mantenimento in vitaPer poter usufruire del Bonus Tari 2020 occorre inoltrare la richiesta dagli uffici Caf. Per quanto riguarda il calcolo esatto dello sgravio fiscale, invece, occorrerà attendere ancora un po'. Infatti è previsto entro il 23 aprile il …

La Rubrica di Valeria: organizzare i lavori in casa con il Batching

Immagine
Conosci il batching? Si tratta di un metodo di suddivisione del tempo di lavoro in blocchi durante i quali ci si deve dedicare a una sola tipologia di attività. Viene applicato con grande frequenza in ambito aziendale, perché è appurato che consente di migliorare la produttività, riducendo le distrazioni. Perché non applicarlo anche ai lavori all'interno delle nostre case? Il trucco sta nel pianificare a priori la settimana, decidendo quando e per quanto tempo ci si occuperà di una determinata mansione. 

Prendiamo ad esempio le pulizie di casa, un'operazione che eviteremmo volentieri. Vi consiglio di pianificare quali pulizie fare e quando farle, considerando il tempo che abbiamo a disposizione. Considerando che pulizie diverse comportano l'utilizzo di strumenti e prodotti diversi, passare da una mansione all'altra causa grandi perdite di tempo ed è dispersivo. Per questo motivo piuttosto che suddividere le pulizie per ogni singolo ambiente, è consigliabile procedere su…

Imposta dovuta per i canoni non incassati

Immagine
I canoni che derivano da contratti di locazione, concorrono a formare il reddito imponibile. La Cassazione, mediante l'Ordinanza n. 31426 del 2 dicembre 2019, ha affermato che questo è indipendente dall'effettiva percezione dei canoni.

Nello specifico l'Ordinanza deriva da una situazione verificatasi con un contribuente che ai fini Irpef e delle addizionali regionale e comunale 2010 non aveva dichiarato i canoni relativi a un contratto di locazione stipulato il 31 luglio 2009.


Il contribuente, in sua difesa, ha affermato che la pretesa tributaria era infondata, in quanto basata su canoni che non sono mai stati effettivamente percepiti dal locatore e mai effettivamente corrisposti dal conduttore. Si trattava di un contratto simulato che il contribuente aveva stipulato con la propria compagna, con lo scopo di sottrarre l'immobile (adibito a residenza familiare) all'esecuzione immobiliare nei suoi confronti.

Le Commissioni tributarie hanno evidenziato che i redditi fondi…

Tendenze: Wild Homes for Wildlife di Ikea

Immagine
Da quasi un anno Ikea, colosso svedese dell'arredamento, ha avviato un progetto chiamato "Wild Homes for Wildlife", insieme a dei designer londinesi, grazie al quale utilizzando materiali di scarto e/o vecchi mobili Ikea, vengono realizzate case per uccellini. Un'iniziativa che oltre a fare bene all'ambiente e dare un riparo alla fauna selvatica, permette di promuovere il riciclo e ridurre gli sprechi di materiale.

Con la classica forma di una casetta, o con forme davvero particolari e fantasiose, colorate o completamente bianche, gli alloggi per uccellini sono stati realizzati in occasione dell'apertura di un negozio Ikea a Londra, più precisamente Greenwich.

Il progetto è nato ovviamente con l'intento di pubblicizzare il nuovo negozio del marchio svedese, ma si abbina perfettamente alla filosofia del punto vendita di Greenwich che è stato dotato di pannelli solari e un sistema per la raccolta di acqua piovana

Le casette di Ikea si inseriscono all'inter…

Stop alla cedolare per gli affitti commerciali

Immagine
La cedolare sull'affitto dei negozi non è stata prorogata per l'anno 2020, questo comporta una stangata fiscale a carico dei proprietari degli immobili commerciali. 

In base al reddito e all'aliquota Irpef, il conto delle imposte sugli immobili appartenenti alla categoria catastale C1 può arrivare addirittura a raddoppiare. 

Hanno scampo a questa stangata solo quelle locazioni ad uso commerciale che sono state stipulate e firmate durante il 2019, compresi quelli che prevedevano decorrenza a partire dal 2020, le quali possono mantenere il regime in cedolare secca al 21%, fino a scadenza naturale del contratto. Vengono esonerati anche i contratti per i quali durante il 2019 è stata eseguita la proroga.

La mancata conferma della cedolare secca sugli affitti ad uso commerciale riguarda tutti i Comuni italiani, compresi quelli colpiti da calamità. Lo sconto trova invece conferma e viene reso permanente nei Comuni con alta densità abitativa.

Photo Credits: Pinterest.it
Visita https:/…

Agevolazioni Prima Casa e affitti brevi

Immagine
Le locazioni brevi sono affitti che durano per un periodo di tempo limitato, le quali vengono sempre più spesso richieste, sia dai locatori che dai conduttori. È possibile però affittare la propria prima casa, per un periodo inferiore ai 30 giorni annuali, senza dover rinunciare ai benefici fiscali usufruiti per l'acquisto?

Affittando la prima casa con una locazione breve non si perdono i benefici fiscali dei quali si è usufruito in fase di acquisto dell'immobile, anche nel caso in cui il contratto di locazione fosse stipulato prima dei 5 anni dall'acquisto della prima casa.

Le agevolazioni Prima Casa vengono applicate a condizione che, al momento dell'atto di compravendita, il compratore dichiari di non essere titolare di diritti di proprietà, uso, abitazione e usufrutto di un'altra abitazione nel territorio del Comune in cui è ubicato l'immobile oggetto dell'acquisto agevolato. Inoltre deve dichiarare di non essere titolare, su tutto il territorio nazionale…

Trend: arredare con i mobili antichi

Immagine
Ti sembra strano utilizzare mobili di antiquariato all'interno della tua casa moderna? Mai come oggi i mobili antichi stanno tornando in voga, inoltre il loro prezzo adesso è particolarmente basso, questo ti permette di arredare casa tua contenendo i costi, ma ottenendo un risultato di grande effetto. Se volete una casa dagli interni originali e che spezzi dallo stile totalmente contemporaneo, un mobile antico vi verrà in aiuto, senza dimenticare che si tratta di oggetti di inimitabile fattura, realizzati con materiali naturali.

Considerando il tema della sostenibilità e cercando di contrastare il consumismo, l'utilizzo di un mobile antico consente di contenere gli sprechi, ridando lustro a un oggetto già esistente. Oltre ai materiali naturali con i quali sono realizzati i mobili antichi, un'altra importante caratteristica da non dimenticare è quella della capienza, spesso di gran lunga superiore a quella di un mobile moderno.

Una strategia di successo per inserire un mobile…

Verde pubblico a Milano: record di aiuole curate da condominii e aziende

Immagine
Dieci anni fa a Milano è iniziata la sperimentazione "Cura e adotta il verde pubblico", un accordo di collaborazione e sponsorizzazione che ha permesso di far sbocciare il capoluogo lombardo. 

Il merito non è solo delle grandi aziende, ma anche dei privati che piantano alberi e curano le aiuole davanti alla propria abitazione. In 10 anni di sperimentazioni gli accordi di collaborazione sono passati da 50 a 504, realizzando quindi un più 900%, totalizzando 288.290 mq di aree verdi.

Piazzale Cadorna è stata una delle ultime zone che sono state fatte rifiorire, infatti, l'area compresa tra Foro Buonaparte, via San Nicolao e via Carducci è stata inaugurata ad aprile. È stata Luxottica a finanziare il restyling di questa zona, la cui sede affaccia in un angolo un po' spostato rispetto alla stazione. In quest'area sono stati realizzati camminamenti al centro dell'aiuola che prima stava rischiando di diventare un deposito di rifiuti.


Photo Credits: Pinterest.it


Visita h…

Valore patrimonio immobiliare italiano

Immagine
L'analisi statistica eseguita dal Dipartimento delle finanze e dall'Agenzia delle Entrate in collaborazione con Sogei, partner tecnologico, riguarda il report del patrimonio immobiliare italiano. 

Questa analisi si basa sull'elaborazione di dati che sono stati rilevati nel 2016, raccolti mediante il Catasto Edilizio, l'Omi, le dichiarazioni dei redditi, i versamenti di Tasi e Imu e delle imposte di registro.

Lo studio mette in evidenza il fatto che il 75,2% delle famiglie (quindi 3 famiglie su 4), risiede in una casa di proprietà. Inoltre le regioni italiane con le abitazioni di metratura più ridotta si concentra in Valle D'Aosta e in Liguria, mentre le abitazioni più grandi sono in Veneto, Friuli Venezia Giulia e Umbria.

L'analisi poi si concentra sulle grandi città. Nello specifico i risultati mostrano che nella capitale, la superficie media di un'abitazione si aggira intorno ai 103 mq, con un valore medio di circa 323.000€ ossia 3.150€ al mq. Nelle zone più…

Novità 2020: il Bonus Facciate

Immagine
Con l'arrivo del 2020 è entrata il vigore la Legge di Bilancio 2020, la quale rende operativo il nuovo Bonus Facciate, il quale durerà un anno e andrà ad affiancarsi alle altre detrazioni per la riqualificazione del patrimonio edilizio. 

Il Bonus Facciate è previsto per le spese che saranno sostenute dai contribuenti a partire dal 1° gennaio 2020. Si tratta di spese relative al rifacimento, recupero o restauro delle facciate esterne di edifici già esistenti, ubicati in centro storico (zona A) o in aeree completamente o parzialmente edificate (zona B). Il Bonus prevede una detrazione dall'imposta lorda del 90%, senza alcun limite di spesa. La detrazione viene suddivisa in 10 quote annuali.

Rientrano nel bonus tutti gli interventi sulle strutture opache che compongono la facciata, su balconi, fregi e ornamenti, oltre che la mera pulitura e tinteggiatura.

In alcuni casi il Bonus Facciate potrebbe sovrapporsi all'Ecobonus, per quegli interventi che riguardano l'involucro degl…

Luce e gas: cosa cambia nelle bollette del 2020?

Immagine
Il 2020 ha portato alcune novità in relazione all'aggiornamento delle tariffe stabilito dall'Autorità di regolazione per Energia, Reti e Ambiente (Arera).

Infatti, dal Primo gennaio 2020 le bollette della luce saranno meno care, con uno sgravio che durerà per i primi tre mesi dell'anno: il costo della bolletta della luce infatti scenderà del 5,4%. In riferimento alle bollette del gas invece, dal 1° gennaio, è in atto un piccolo aumento, pari allo 0,8%.

È stato stimato che il risparmio complessivo per la famiglia tipo si aggirerà intorno ai 125€ annui. Questo risparmio è possibile grazie al calo del fabbisogno per gli oneri generali, al contenimento delle tariffe regolate di rete e alle basse quotazioni delle materie prime nei mercati all'ingrosso. 

Calcolando gli effetti sulle famiglie, al lordo tasse, la spesa per l'elettricità, nel periodo compreso tra il 1° aprile 2019 e il 31 marzo 2020, sarà di 544,20€ ossia il 2,9% in meno rispetto al periodo tra il 1° aprile 20…

Quanto costa installare un ascensore condominiale?

Immagine
Abitate in un condominio che non ha l'ascensore e volete installarlo per godere della sua comodità? È possibile, ma quali sono i costi e che lavori comporta un intervento di questo tipo?

L'installazione dell'ascensore dipende da differenti variabili. Prima di tutto occorre valutare se è possibile realizzarlo all'interno del vano scale, oppure se deve essere installato esternamente, appoggiandolo quindi all'edificio. Nel caso in cui non vi sia lo spazio necessario per realizzarlo internamente, i costi saranno più elevati, in quanto dovranno essere realizzati interventi più invasivi.

Per quanto riguarda la realizzazione di ascensori all'interno del vano scale è obbligatorio essere in possesso del permesso di costruire, il quale viene rilasciato in funzione del progetto. Per questo motivo, il primo passo è quello di richiedere l'intervento di un tecnico che realizzi un progetto e che si dedichi agli interventi necessari per l'adeguamento della struttura. Qua…

Contratto di locazione e comodato d'uso, quali sono le differenze?

Immagine
Può capitare di fare confusione tra tipologie di contratto differenti, come tra contratto di locazione e contratto di comodato. Vediamo allora quali sono le principali differenze tra le due tipologie.

Innanzitutto il comodato d'uso d'uso di una casa è un contratto gratuito, mediante il quale una parte (proprietario) consegna all'altra un bene, che può essere mobile o immobile, per un preciso periodo di tempo con l'obbligo di restituzione dello stesso alla fine del periodo pattuito. Al contrario, il contratto di affitto non è gratuito, viene infatti previsto un canone di locazione.

Quindi la differenza principale tra locazione e comodato è appunto la gratuità di quest'ultimo. Il comodato si differenzia anche dalla compravendita, perché si tratta di un contratto obbligatorio, non traslativo. Il contratto obbligatorio prevede infatti che il proprietario non perda la proprietà dell'immobile, bensì solo il godimento, mentre nel contratto traslativo è previsto che la p…

Tendenze: Classic Blue, il colore del 2020

Immagine
Come ogni anno, dal 2000, il Pantone Color Institute sceglie il "Pantone Color of the Year" e il vincitore per l'anno 2020 è il Classic Blue 19-4052. 

Il colore dell'anno viene scelto dall'azienda, motivato da differenti ragioni psicologiche e sociali. La scelta avviene mediante un'attenta analisi delle tendenze, valutando gli ambiti più svariati, dal cinema alle collezioni d'arte, dal design alla moda, dai nuovi stili di vita alle destinazioni turistiche più gettonate. Le influenze quindi derivano da differenti ambienti, come ad esempio la tecnologia, i social media più in voga, le texture dei materiali o gli eventi sportivi con risonanza mondiale.

Allo stesso modo, il "Pantone Color of the Year" influenza lo sviluppo di numerosi prodotti, come l'arredamento di interni, la moda, i siti aziendali, il packaging e il design grafico.

Il 2020 sarà l'anno del Classic Blue che come si legge sul sito di Pantone: "Infondendo calma, fiducia e u…

Sublocazione: è possibile aderire alla cedolare secca?

Immagine
Nei casi di sublocazione di un immobile, è possibile aderire al regime della cedolare secca? La risposta arriva dall'Agenzia delle Entrate.

Innanzitutto occorre chiarire che la cedolare secca è un regime fiscale agevolato, il quale può essere scelto in alternativa alla tassazione Irpef, la quale viene applicata ai redditi derivanti dalla locazione, sia che si tratti di affitto abitativo di lungo periodo, sia nel caso di affitti brevi (per questi è possibile da giugno 2017).

Non è possibile aderire alla cedolare secca nei casi di sublocazione dell'immobile, perchè i redditi che derivano da un contratto di questo tipo rientrano nei redditi diversi, i quali sono indicati nell'articolo 67 del Tuir e non tra i redditi di natura fondiaria, per i quali invece è possibile aderire al regime agevolato.

Sottolineiamo che per quanto riguarda gli affitti brevi l'aliquota è fissata al 21%. Per quanto riguarda gli affitti di lungo periodo, invece, esistono due differenti aliquote per il…

Consegna delle chiavi prima del rogito: come agire?

Immagine
In alcuni casi, quando si vende casa, il futuro acquirente chiede di poter avere le chiavi dell'immobile prima del rogito. Una richiesta che in genere spaventa molto i proprietari, come procedere quindi?

Innanzitutto è bene precisare che il passaggio di proprietà avviene solo al momento della stipula del contratto di compravendita. Prima del rogito infatti il proprietario dell'immobile è ancora la parte venditrice.

Nel caso in cui parte acquirente chiedesse di avere le chiavi prima della stipula dell'atto di compravendita, occorre stipulare un contratto al momento della consegna. Il contratto può essere un normale contratto di locazione, con il regolare pagamento di un canone, oppure può essere stipulato un contratto di comodato, in cui si specifica che, dal giorno in cui vengono consegnate le chiavi, le responsabilità relative alla detenzione dell'appartamento sono trasferite in capo a parte promissaria acquirente. 

Nel contratto è bene specificare il motivo della conseg…

Tendenze: Arredare casa con i tappeti

Immagine
Pensi che i tappeti in casa siano fuori moda? Ti stai sbagliando! Sono sempre più di tendenza e sono un elemento fondamentale per dare più carattere a una casa: mai come in questi anni il tappeto diventa un elemento di design più che di arredo.

Il tappeto diventa il protagonista dell'ambiente che lo ospita, esprimendo al meglio la personalità di chi abita quella casa, occupando, non solo il pavimento, ma anche le pareti. Sempre più spesso il tappeto, infatti, viene declinato in differenti forme e realizzato in materiali e fibre particolarmente preziosi, come la seta.

Il tappeto a terra è un elemento perfetto per definire i contorni di un ambiente, specie se lo posizioniamo all'interno di un open space, delineando una sorta di percorso. La sua disposizione impreziosisce e arricchisce ambienti con poco carattere, spogli e impersonali; inoltre dona con facilità una sensazione di calore alla nostra casa. 

Se cercate sobrietà potete optare per un bel tappeto monocromo, magari abbinato…